Festival Città-Impresa

Festival Città-Impresa

Il festival in questione viene organizzato ogni anno a Bergamo e a Vicenza; nella provincia orobica la direzione spetta a Dario De Vico, mentre in Veneto se ne occupa Raffaella Polato. L’evento, dal 2008, è luogo di dibattito sui temi legati allo sviluppo delle imprese e dei territori. Oltre a una serie di incontri con i grandi nomi dell’economia e del giornalismo, il festival ha al suo interno una serie di sezioni dedicate a temi strategici, che le imprese Champions (aziende con almeno 20 addetti e un fatturato tra i 20 e i 500 milioni) stanno affrontando. A parlare sono proprio gli imprenditori Champions, che raccontano come hanno affrontato e affronteranno le sfide di ogni giorno. Un festival aperto a imprenditori e professionisti che vogliono sentire parlare i diretti protagonisti del rilancio dell’economia italiana, ma anche a giovani universitari che vogliono incontrare dal vivo chi ha le conoscenze per chiarire i loro obbiettivi futuri. Il festival vuole garantire la massima partecipazione possibile, motivo per cui si può partecipare sia in presenza (a numero chiuso) che online.

Le aziende Champions e gli ospiti

L’edizione appena trascorsa (XV edizione del 2022) si è arricchita con la presenza di ben 100 imprenditori Champions. Ma chi sono “I Champions”? Tramite una ricerca realizzata dal Centro Studi di ItalyPost ogni anno vengono analizzate due categorie di bilanci: aziende private tra i 20 e i 120 milioni di fatturato con estrazione delle migliori 800 aziende rientranti in questa fascia; aziende private tra i 120 e i 500 milioni di fatturato con estrazione delle prime 200 imprese. La ricerca viene pubblicata parallelamente all’anniversario de L’Economia del Corriere della Sera. L’analisi è capillare poiché operata su ogni singola azienda (e non su dati aggregati) e sui singoli bilanci degli ultimi sei anni, in modo da poter valutare performance di periodo e non dettate da situazioni occasionali. Tra le Champions che hanno partecipato al festival vi sono: PQE, Somec, Carel, Gibus, Vem Sistemi, Donatoni Macchine, Simonelli Group, Calzaturificio Scarpa, Berto’s, Stalam, Quin, Teoresi, Manifattura Valcismon, Fervi, Piovan, Eternedile, Irsap, Fine Foods & Pharmaceuticals, Mevis.

Passiamo da un elenco all’altro andando a citare le figure che valorizzano ulteriormente l’evento. Hanno presenziato: il ministro del Lavoro Andrea Orlando, Carlo Cottarelli (direttore Osservatorio Conti Pubblici), Elsa Fornero (già ministro del Lavoro e delle politiche sociali), Stefano Scarpetta (direttore per l’impiego, il lavoro e gli affari sociali Ocse), Marco Bentivogli (coordinatore Base Italia, esperto politiche di innovazione industriale), Ilvo Diamanti (direttore Istituto Demos e Pi), Aldo Bonomi (direttore AAster), Elena Granata (docente di Urbanistica Politecnico di Milano), Alessandro Chiesi (Chiesi Farmaceutici), Gregorio De Felice (Intesa Sanpaolo). E ancora: Alberto Bombassei (presidente onorario Brembo), Antonio Calabrò (presidente Museimpresa), Angelo Panebianco (politologo Corriere della Sera), Mariacristina Gribaudi (presidente Keyline), Laura Dalla Vecchia (presidente Confindustria Vicenza), Daniele Lago (amministratore delegato Lago), Federico Visentin (presidente Federmeccanica).

Link con l’elenco completo: https://www.festivalcittaimpresa.it/relatori/

Le 200 borse di soggiorno:

  • accesso preferenziale e posti riservati agli eventi della manifestazione, con possibilità di dialogo diretto con i relatori al termine degli incontri;
  • alloggio in camere multiple(triple/quadruple) in strutture convenzionate per l’intera durata del soggiorno (nel 2022 sono state due notti) con possibilità di richiedere, previo versamento di un supplemento, il soggiorno in camera singola o matrimoniale o eventuali notti extra;
  • pranzi e cene con menù fisso in strutture che verranno indicate dall’organizzazione;
  • transfer dalle strutture alberghiere ai luoghi del festival (ove necessario)

Le borse di soggiorno coprono il 50% dei costi di organizzazione. Per confermare la propria partecipazione all’evento, gli studenti selezionati sono tenuti a versare una quota di partecipazione che viene comunicata con anticipo ogni anno. Le spese di viaggio per e da Bergamo/Vicenza sono a carico degli studenti selezionati. A fine manifestazione, e solo a fronte dell’effettiva partecipazione all’80% degli appuntamenti in programma, verrà rilasciato l’attestato di partecipazione ufficiale.

Il bando

Per ottenere una delle 200 borse di soggiorno è sufficiente compilare il modulo disponibile sul sito ufficiale dei due festival (i link sono diversi per Vicenza e Bergamo). Ogni modulo richiede i dati personali dei candidati (con i riferimenti di un documento d’identità), il livello d’istruzione e relative medie voti, le motivazioni e, infine, altre informazioni secondarie di puro carattere organizzativo.

Gli studenti selezionati sono tenuti a seguire il programma di eventi che verrà definito dall’organizzazione di Festival Città Impresa e a prendere parte attivamente alle attività previste nei tre giorni della manifestazione. Questo aspetto vuole garantire che nessuno degli esclusi sia stato depennato dall’elenco dei 200 fortunati invano. La selezione delle candidature avverrà a giudizio insindacabile della direzione organizzativa della manifestazione; le domande di partecipazione verranno selezionate e approvate settimanalmente fino ad esaurimento dei posti disponibili. Lo staff del festival si preoccuperà di fornire agli studenti selezionati tutte le informazioni riguardanti il vitto, l’alloggio e il programma degli appuntamenti e comunicherà le modalità per eseguire il pagamento della quota di partecipazione.

Perché partecipare?

Premettendo che nella parte introduttiva del paper emergono numerose motivazioni che potrebbero già essere sufficienti, per l’evento sopra descritto mi vorrei soffermare sui due elenchi inseriti nel secondo paragrafo. Solitamente, due elenchi così lunghi tendono ad allontanare l’attenzione del lettore… non può essere lo stesso per il Festival Città Impresa! Gli studenti lo sanno, negli anni trascorsi all’università difficilmente si ha l’opportunità di ascoltare testimonianze dirette durante le lezioni. Una sola edizione del festival garantisce la presenza di almeno 100 personaggi noti, pronti a condividere le loro conoscenze col solo obiettivo di formare il futuro dell’Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: